Le Capacità Coordinative Nel Giovane Calciatore

Esercizi per la scuola calcio

Esercizi di coordinazione per la scuola calcio – la preparazione fisica giovanile nel calcio – video esercizi per i schemi motori di base categoria esordienti- giovanissimi.

 

drill_motori di base

La preparazione fisica giovanile è un delicato processo di formazione e maturazione, sia fisica che psicologica. Nell’allenamento del giovane calciatore, vengono spesso ignorate quelle conoscenze che riguardano i fondamenti biologici dei processi di sviluppo, relativi alle diverse fasce d’età.

L’obiettivo primario  riguardante la preparazione atletica, è senza dubbio il miglioramento degli SMB – schemi motori di base (correre, saltare, strisciare, rotolare ecc..) attraverso il gioco. Questo processo deve essere finalizzato allo sviluppo delle capacità motorie e ad un corretto controllo posturale.

Le capacità motorie sono il presupposto sul quale il giovane atleta sviluppa le capacità tecniche individuali. Queste capacità si dividono in:

  • CAPACITA’ CONDIZIONALI: sono fondate sull’efficienza metabolica e funzionale di muscoli e apparati; determinano la quantità della risposta motoria.

 

  • CAPACITA’ COORDINATIVE: sono le capacità che permettono di organizzare, controllare e regolare il movimento; determinano la qualità della risposta motoria.

Le capacità coordinative vengono sviluppate in maniera differente rispetto all’età dell’atleta, sono le “fasi sensibili” dove lo sviluppo di determinate capacità risulta più efficace. Questo processo continua fino al termine della pubertà.

 

Nel giovane calciatore risulta quindi fondamentale lo sviluppo delle capacità coordinative, associate ad un aumento del livello di quelle condizionali, nel rispetto dei termini biologici.

Premettendo che tutti gli aspetti coordinativi devono essere sviluppati allo stesso modo, possiamo individuare alcune capacità che sono più specifiche rispetto al gioco del calcio (Capacità coordinative speciali).

Queste capacità sono diverse, tra le più importanti possiamo elencare:

  • Capacità di equilibrio: capacità di mantenere tutto il corpo in condizione di equilibrio in situazioni statiche e dinamiche.

 

  • Capacità di ritmizzazione e combinazione motoria: capacità di combinare tra di loro movimenti di segmenti corporei differenti, gesti motori o di riprodurre un ritmo associato ad un atto motorio.

 

  • Capacità spazio-temporale: capacità di definire e variare la posizione e i movimenti del corpo nello spazio e nel tempo.

 

  • Capacità di reazione: capacità di eseguire correttamente un movimento il più rapidamente possibile in rapporto ad una sollecitazione esterna.
  • Capacità preacrobatiche: capacità di essere padroni di coordinazioni complesse di movimento, apprendere e perfezionare rapidamente le abilità (capovolte, rotolamenti ecc..)

 

  • Fantasia motoria: capacità che consente di risolvere in maniera creativa e originale un problema motorio, creando cosi nuove forme di apprendimento.

 

 

Le capacità coordinative speciali possono essere sviluppate individualmente, oppure in un contesto di lavoro tecnico-tattico proposto dall’allenatore.

Di seguito, vi propongo un video realizzato in collaborazione con “Palestre Shaper” e i preparatori atletici Mario Familari, Luca Beretta che mostra praticamente le applicazioni che le capacità coordinative speciali possono avere nel calcio.

 

http://www.youtube.com/watch?v=KFOhY0kG6DM

Articoli simili e correlate:

Allenamento Pulcini – Esordienti

Allenare il dribbling

Circuito coordinazione e tiro

Allenamento Pulcini

 

Autore: A. Curzi   Preparatore Atletico

Fonte: www.topallenatori.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *