LA TECNICA CALCISTICA NEL CALCIO

Autore: La Camera Luciano

Se ci troviamo di fronte ad un gruppo di giovani, ed abbiamo il compito d’intraprendere con essi il nostro lavoro di istruttori o di allenatori, come prima cosa dovremo crearci un punto di partenza, e ciò ancora prima di pensare e successivamente redigere un programma di lavoro. In altre parole, dovremo renderci conto della situazione reale in cui ci troviamo. Che cosa può offrici questo stato di fatto se non la loro attuale capacità di muoversi sul campo, cioè di giocare una vera partita di calcio?

Il primo contatto dell’istruttore/allenatori con i suoi atleti dovrà essere dunque la visione di una gara (è sufficiente una semplice partita a squadre contrapposte) da disputarsi in forma amichevole, senza alcuna prescrizione particolare e senza specifiche indicazioni. Tutti coloro che si avvicinano al gioco del calcio per praticarlo in forma sistematica e per perfezionarsi in esso hanno già avuto per lo più delle esperienze calcistiche antecedenti (scuola calcio, oratorio ecc.). Ciascuno possiede, già acquisiti, dei comportamenti e dei modi di muoversi particolari. Qual è il punto fondamentale su cui sopratutto deve fissare l’attenzione il nuovo allenatore? 

Come prima cosa, egli dovrà esaminare come ogni singolo giocatore si comporta quando entra in contatto col pallone, in che modo lo porta sotto il suo controllo, come lo colpisce col piede o con altri parti del corpo; in altre parole, come è capace di guidarne e dirigere i movimenti.

Oggi TopAllenatori presenta un’altro aspetto fondamentale per valutare il calciatore, “I Test Di Valutazione Tecniche e Tattiche” il quale indaga e rileva il livello di abilità tecniche e tattiche del soggetto in prove individuali o in prove collettivi utilizzando esercizi e prove situazionali specifiche, che aiuterà l’allenatore a verificare le qualità o carenze dei suoi giocatori; rilevi che aiuta al tecnico di programmare le sedute di allenamento con esercizi mirate (dal semplice al difficile) con il prospetto di migliorare il soggetto nell’ambito gestuale (area Tecnica), e nel abituarlo ad interagire col gruppo utilizzando un sol linguaggio  (tattica).

A COSA SERVE LA VALUTAZIONE TECNICA/TATTICA DI UN GIOCATORE?

 Valutare le conoscenze calcistiche.

  Identificare eventuali carenze.

 Sviluppare allenamenti futuri personalizzate e diversificate.

L’indagine costruisce un primo identikit personale del “com’è questo giocatore”  indagando sui fondamenti e gesto tecnico. Per gesto tecnico s’intende i fondamentali, cioè tutti quei gesti che un calciatore può effettuare durante una partita di calcio quando è in possesso palla.

LA BATTERIA DEI  TEST

Il calciatore nelle diverse prove di valutazioni viene assegnato secondo il grado di compimento delle singole prove (tre esecuzioni per esercizio) dei punteggi, il quale lo staff tecnico annoterà sul proprio taccuino, dando poi un risultato finale. I Test sono divisi in diverse circuiti o esercizi (esame tecnica) per la quale si indaga. L’autore di queste prove di valutazione, il Mister Luciano La Camera ha ideato una batteria di  6 test, dove grazie alle particolari prove, possiamo  avere una “radiografia”  iniziale del soggetto. Questo interessantissimo “Test Di Valutazione Tecniche Nel Calcio” è presente nel nuovo E-Book per le categorie Giovanissimi e Allievi  con il titolo ” 14 Allenamenti Giovanissimi e Allievi” che contiene 14 sedute di allenamenti per un totale di 70 esercitazioni + il Test di valutazione.

News:

TopAllenatori al servizio del Mister

Ciao Mister,

TopAllenatori da oggi ha attivato una nuova iniziativa personale per te!

Oltre a pubblicare on line articoli di varie tematiche per tutte le categorie, video e  eBOOK  abbiamo semplicemente pensate di attivare un servizio individuale e personale per la tua gestione allenamenti! Si, un contatto diretto con noi tramite posta elettronica, dove potete scrivere direttamente alla redazione per schiarire i vostri dubbi  o per avere delle nuove idea e esercizi da applicare durante le sedute con i vostri ragazzi.

Potete chiederci anche di elaborare(insieme alla tua richiesta)  un microciclo, un mesociclo, la settimana di lavoro specifico, o addirittura possiamo sviluppare piani di lavoro per la tua categorie in questione.

Cosa significa avere un  servizio personale

Vi capita spesso di osservare e di annotare gli errori individuali  o le imprecisioni del gruppo durante le partite di calcio? Si va poi a casa e si medita come strutturare gli allenamenti per la prossima settimana avendo in mente gli errori e come gestire le sedute.

Vi capita di avere 18 atleti e non hai un secondo che ti aiuta in campo per gestire l’allenamento? come rendere la seduta allenante senza variare l’obbiettivo prefissato.

Ecco che interviene TopAllenatori con il nuovo servizio personale e specifico:

La redazione si applica a darti un supporto (dopo aver letto la mail), con un piano di lavoro per aiutarti a gestire al meglio ( con invio  tramite tuo mail personale)  le sedute specifiche richieste con esercizi e disegni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *